Prossimo evento fra:

  • 00 Giorni
  • 00 H
  • 00 M
  • 00 S
<>
manifesto XV ed

Settimana Musicale Mirtense 2021

La XV° edizione della Settimana Musicale Mirtense dal 14-15-16 luglio e 4-5  agosto 2021

Per saperne di più...
Archeotrekking

“Archeologia-I tesori dietro l’angolo-scopriamo il nostro territorio”

Per saperne di più...

Raccolta fondi 5×1000

Scrivendo nell’apposito spazio della dichiarazione dei redditi il Codice Fiscale dell’Associazione C.F. 90044750579

Per saperne di più...
raccfondi

Settimana Musicale Mirtense 2021

  • 21:00

manifesto XV ed

 29 Luglio 2021

La Settimana Musicale Mirtense è in trasferta a Rieti

Il concerto The world on a Slide di Marcello Rosa sara inserito nella programmazione  degli eventi culturali della Fondazione Varrone.

Ore 21.00 The world on a Slide di Marcello Rosa

Largo San Giorgio -Rieti

Presentazione del disco che  vede riuniti alcuni tra i più importanti trombonisti del panorama musicale internazionale, sia del mondo della musica classica che del jazz, in omaggio alla carriera ed alla musica di Marcello Rosa.

Marcello Rosa trombone

Eugenio Renzetti trombone

Elisabetta Mattei trombone

Federico Proietti trombone

Giovanni Dominicis trombone

Francesco Piersanti trombone

Lucio Perotti pianoforte

Lorenzo Giornelli contrabbasso e basso elettrico

Davide Pettirossi batteria

 

 

 

cd

Il jazz è sintesi, immediatezza, lampo di genio risolutore; non può sottostare a troppi cavilli e distinguo, e ha assoluto bisogno di swing e di quel pizzico di sana imperfezione che rede più umana la creatività…

…nasce proprio così, da un’esigenza maturata, ma per mezzo di un pensiero fugace, “The world on a slide”, un disco interamente dedicato al trombone che racchiude brani scritti e arrangiati da Marcello Rosa in una vita intera. Ad eseguirli alcuni tra i migliori trombonisti italiani in attivo nel panorama internazionale sia della musica jazz sia classica, affiancati da giovani talenti che con la coulisse in mano tentano ogni giorno di conoscere il mondo e raccontarlo. Un insieme di menti, sensibilità e suoni, pronti a reinterpretare e a dar vita al mondo musicale di Marcello, sempre nuovo e imprevedibile, perché Il jazz è, soprattutto, lespressione del proprio stato danimo (di chi suona e di chi ascolta)” …ma anche di chi compone!!!

Il repertorio originale inserito nel disco, la maggior parte dei brani, è un viaggio attraverso i generi che hanno appassionato ed emotivamente guidato Marcello durante tutta la carriera fino ad oggi. Si parte con un tributo al grande Kid Ory e al jazz di New Orleans per proseguire con graffianti blues ed eleganti tempi di ballad, funky spregiudicati e scoppiettanti ritmi caraibici. I brani non originali, invece, sono semplicemente alcune tra le più belle melodie del repertorio jazzistico del XX secolo, pietre di paragone di ogni musicista, ripensate per la poliedrica voce del trombone.

Introdurre con poche parole i trombonisti che hanno accettato di far parte di questo progetto e che con energia ed entusiasmo vi si sono dedicati risulta davvero difficile, in quanto ogni loro curriculum riempirebbe pagine e pagine di questo libretto. Ma forse…i loro suoni e la loro musica sapranno presentarli meglio di tante parole ed io, convinta di questo, mi limito semplicemente ad elencare i loro nomi. Andrea Conti, I trombone dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Luigino Leonardi, trombonista presso la Banda musicale dell’Aeronautica Militare, Gianfranco Marchesi, trombone basso dell’Orchestra sinfonica nazionale della RAI e il Quartetto italiano di tromboni, formato da Devid Ceste, secondo trombone dell’Orchestra sinfonica nazionale della RAI, Matteo De Luca, I trombone dell’orchestra della Suisse Romande di Ginevra, Diego Di Mario, I trombone presso l’Orchestra sinfonica nazionale della RAI e Vincent Lepape, I trombone dell’Orchestra del Teatro Regio di Torino. Questi sono i nomi “rubati” al mondo della musica classica. Accanto a loro, alcuni tra i trombonisti più affermati nel jazz a livello internazionale: Andrea Andreoli, Mario Corvini, Massimo Morganti e Roberto Rossi. Accompagnano i big in questa avventura i giovanissimi e brillanti Stefano Coccia, Elisabetta Mattei, Federico Proietti e il G.E.F.F. Trombone Quartett, composto da Giovanni Dominicis, Francesco Piersanti, Eugenio Renzetti e Gabriele Sapora. Laddove richiesto dagli arrangiamenti, la sezione ritmica è affidata a Paolo Tombolesi al pianoforte, Luca Berardi e Roy Panebianco alla chitarra, Marco Siniscalco al contrabbasso e basso elettrico, Cristiano Micalizzi alla batteria e Filippo La Porta alle percussioni.

Insomma…un coro a più voci, con delle cose in comune: l’amore per la bella musica e uno strumento in mano, per rappresentare con diversi colori una vita musicale variopinta, quella di Marcello…Una vita che grazie alla coulisse e al jazz scivola leggera, senza bisogno di troppe spiegazioni…The world on a slide è tutto ciò che serve per afferrarla!

Beatrice Di Mario